[Nuovo libro] È ufficiale: le fate esistono e sanno cucinare.

Dice il saggio: anno nuovo, libro nuovo.

E chi sono io per contraddirlo, chiunque esso sia?

È perciò con sommo gaudio e tripudio che vi annuncio l’ultimo nato di casa Deiana.

La cucina delle Janas: Erbe e magia nella cucina sarda.

(prego notare il miglioramento della mia logorrea da titolo)

Forse però, per unirvi al tripudio, vi piacerebbe sapere chi sono le Janas, nevvero?

Ebbene, trattasi delle fate sarde autoctone, piuttosto simili alle loro consorelle di ogni dove.

Con una particolarità: la fama di saper cucinare molto bene.

Così, da appassionata di:

  1. leggende magiche
  2. erbe
  3. cucina

ho colto l’occasione per unire le tre cose.

È nato così questo libro, che è un ricettario di cucina sarda raccontata attraverso le sue erbe. E le tradizioni magiche che ruotano attorno a queste erbe.

Perché sì, confesso: era da un po’ che avevo voglia di raccontare che la cucina isolana non è solo seadas e porceddu.

Eppoi perché durante le ricerche per questo libro, ho scoperto ricette afrodisiache, piante che scacciano il demonio e placano i temporali, arbusti che portano fortuna e erbe che tengono lontani i ladri.

Troppo belle per non raccontarle.

Curiosi?

Ebbene, presenteremo La cucina delle Janas in anteprima al Salone del Libro di Torino venerdì 11 maggio alle ore 19.30 presso lo Spazio Autori A, assieme a Cucinare con le erbe selvatiche di Davide Ciccarese (Ponte alle Grazie).

Siete invitati tutti, maghi e babbani!

Del premio Selezione del Bancarella Cucina 2011 & altre emozioni

Ecco, è stato un luglio-agosto impegnativo.

Ma bellissimo.

From left to right: il nuovo libercolo, Invito a cena con aforisma, che conferma il mio penchant per i titoli lunghi; l’aperi_reading ai Sette Vizi, a Cagliari; la serata finale del Premio Bancarella della cucina, a Pontremoli; la presentazione musicale del nuovo libro chez Radio, a Milano, in collaborazione con i Tour de Fork.

La cosa più bella ed emozionante è stata di sicuro l’inaspettata candidatura di Piccolo ricettario per cuochi perdigiorno al premio Bancarella della Cucina. Il titolo è stato vinto da Il ristorante dell’amore ritrovato, di Ito Ogawa.

Tutti e cinque i finalisti, proprio per il fatto di esser stati selezionati dalla giuria di esperti, portano a casa il premio Selezione del Bancarella della Cucina, che è comunque un bellissimo regalo, di cui sono molto onorata.

Beh, ora io e il blog ce ne andiamo un po’ in vacanza.

Ci vediamo a settembre, fate i bravi mentre non ci sono.

Credits: foto 1 e 4, courtesy of Tour deFork; foto 2 courtesy of Mr. Farina; foto 3 courtesy of Identità golose.

[nuovo libro] Invito a cena con aforisma

invito a cena con aforisma - roberta deianaStanchi di dover leggere un interi scaffali di libri per trovare citazioni valide?

Niente paura.

Sine qua non, come diceva il poeta: siamo qua noi.

Invito a cena con aforisma, con una copertina tutta simpatia ed un retro in un brillante rosso moda (che sta bene sia alle bionde che alle brune) raccoglie una ghiotta selezione di citazioni sul cibo.

Con lo spirito zuzzurrellone che anima l’autrice della selezione, nonché di questo blog, le citazioni sono soprattutto buffe, curiose, divertenti.

E, per non farci mancare nulla, sono organizzate come una cena.

C’è il capitolo degli antipasti, quello dei primi, dei secondi di carne, di pesce, i formaggi, le verdure, i dessert, la frutta.

Senza scordare pane, condimenti e una mentina finale.

Bravi.

Metacitazione di montipitoniana memoria.

A breve novità sulle presentazioni.


Finalmente un libro di cucina che fa ridere. Di proposito.

cuochi smallÈ appena uscito il mio nuovo libro, Piccolo ricettario per cuochi perdigiorno (Bietti, Milano), e già ferve già il dibattito. Qui alcuni dei pareri più autorevoli:

“Un libro immorale, che contiene innumerevoli motivi di scandalo per i giovani, oltre che un cattivo esempio per la servitù e diversi disdicevoli suggerimenti per il cuoco di corte.”
LA REGINA ELISABETTA D’INGHILTERRA

“Delizioso. Con una copertina così chic, si intonerà perfettamente con il guardaroba di ogni donna veramente elegante.”
COCO CHANEL

“Gioverà questo libro in special modo alla cura dell’isteria, alle sindromi minori da fissazione orale, all’alopecia e al prurito da polvere gratta-gratta.”
SIGMUND FREUD

“Questo libro mi piace talmente tanto che mi piacerebbe lo stesso anche se fosse completamente diverso.”
GROUCHO MARX

“Cazzo, libro spassoso. E  l’autrice è pure una gran bella pollastrella.”
CHARLES BUKOWSKI

“Un  libro che scava nei meandri più reconditi dell’animo umano per poi riemergere da pertugi insospettati.”
JAMES JOYCE

“m piace ke a 1 sacco d spazi bianki ke t puoi riposare tra 1 pag e laltra” (via SMS)
PEERA WILLIAMS (leader delle WOODEN CHICKS, girlband)

Se poi passate da Torino, sabato 15 maggio, sarò al Salone del libro, presso lo stand della Bietti, a distribuire dolcezze. Naturalmente, sieti invitatissimi a dirmi la vostra.

Leggi le recensioni su Piccolo ricettario per cuochi perdigiorno.

Oli essenziali in cucina: nuovo libro per Tecniche Nuove!

libro_oli_essenzialiEvvuva! Il mio secondo libro, che poi è anche il primo libro italiano esclusivamente dedicato alla cucina con gli oli essenziali, sta per uscire.

Dal 30 marzo e per tutto il mese di aprile, sarà disponibile in allegato alla rivista Cucina Naturale.

Poi da maggio sarà in tutte le migliori librerie (come dicono quelli famosi).

Io, che casualmente l’ho già letto, posso già anticiparvi qualche dettaglio fondamentale.

A parte il contenuto di pregio che saprà sicuramente incontrare il gusto dei lettori più esigenti, l’impaginazione sobria ed elegante ben si adatta alle librerie più trendy, e la copertina è realizzata in due splendidi colori moda.