Era ora che qualcuno ci pensasse: il cibo inciso al laser

Chissà che sofferenza i designer.

Tutta la vita a mangiare cibi senza stile, in cui il massimo del pattern sono i rombi del cono gelato o le righe sbrucciacchiate testimoni di una permanenza sul barbecue.

Ma adesso basta!

Anche il cibo si merita un po’ di design.

L‘arma segreta?

Il laser.

Guardate cosa han fatto al bacon quelli di Repper (foto n°1) con un incisore laser e il loro programma di grafica.

Anche Emily Berezin – mleak su Flickr, giovane artista americana, ha notevolmente migliorato l’estetica di alcune fette di pseudomortadella (chicken & pork Bologna!) e di pane bianco.

Sulle prime (foto n°2) ha inciso, sempre al laser, graziose immagini di polli e maiali.

Gli animali da cui apparentemente proverrebbe il preparato.

Sulle seconde (foto n°3), varie immagini di potenziale companatico.

Sì, sempre al laser.

Che, oltre a rendere le fette graficamente interessanti, ha pure il vantaggio di non aggiungere calorie.

Per i più esigenti c’è anche il matza (foto a fianco), il pane ebraico senza lievito, inciso al laser con riproduzione di Spock.

La tavoletta di cioccolato incisa con logo personalizzato.

E persino il video per scoprire come incidere Packman sui cracker.

Meraviglioso.

Non vedo l’ora di mangiarmi una bella fetta di speck griffato Louis Vuitton.

Credits: foto da repper.com, neatorama.com e craftzine.com

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *